Come Costruire una Flex-Yurt !

“Creare da sé la propria abitazione” in questa epoca in cui il pensiero dominante occidentale condiziona le nostre vite, può essere difficile:  c’è bisogno di cemento, fondazioni, angoli dritti e tutti gli adattamenti necessari al comfort.. e questo ha alti costi, rendendo la costruzione della casa un investimento quasi impossibile da sostenere.

Per quelli che in questo secolo invece hanno un’anima nomade e alla mano (o anche no, perché vedrete che è accessibile davvero a tutti),

c’è la Flex-Yurt!

Una Flex-Yurt è una iurta leggera fatta di bambù, flessibile.
Ci sono 3 altezze, piccola, normale e grande.
Quando la flex-iurta è aperta misura 3.5m di diametro.
Quando viene richiusa, misura 60 cm.

E’ una abitazione:
– Trasportabile in una macchina lunga o in un camper
– Trasportabile da due persone
– Si impiega circa 1 ora per montarla e smontarla
– Per un costo di quasi …0 € e un trapano !

In questo workshop descriveremo passo per passo come si costruisce e mostreremo le foto delle nostre realizzazioni.

Roulotte Fai Da Te bio

La nostra crew Roulotte Fai Da Te fece  il suo primo viaggio in Italia nell’Aprile del 2017 ed ebbe come meta la città dell’Aquila, un’area del centro Italia dove ci furono diversi e terribili terremoti fino allo scorso anno.

Il nostro scopo era quello di mostrare ciò che era possibile fare con materiali naturali e riciclati.. così abbiamo messo su  una roulotte e un camion una Flex- Yurt, una cucina solare, una stufa a effetto razzo, un sistema di fito-purificazione (trattamento delle piante con acqua), un giardino verticale (fatto con dei pallet). Eravamo 8 persone (di cui 5 adulti e 3 bambini) e insieme siamo partiti per insegnare alle persone di questi luoghi colpiti dal terremoto questi semplici ma intelligenti strumenti per vivere in maniera semplice e autonoma. Abbiamo anche portato i nostri DVD e flyers per dare informazioni su come coltivare la spirulina, sulla salute delle donne etc e sicuramente su come costruire una casa antisismica.

Ora abbiamo progettato di andare in Italia, Spagna e Marocco per condividere nuovamente quello che abbiamo appreso e praticato nelle nostre vite in merito all’autosufficienza, e quando è possibile, creare prodotti con le risorse locali, in quanto questa volta viaggeremo senza veicoli per non creare inquinamento.

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *